PRECARIATO Cercasi portalettere pensionati

 

 

COMUNICATO UNITARIO

SU RECLUTAMENTO E PRECARIATO

UN PASSO DECISIVO

Il confronto al MIUR dopo l’intesa di Palazzo Chigi del 24 aprile scorso comincia a dare buoni frutti su uno dei temi centrali dell’agenda sindacale, quello della stabilizzazione del lavoro precario. La soluzione delineata nel comunicato del Ministro dell’Istruzione, con la volontà di recepire la proposta sindacale - peraltro puntuale e specifica -, pur in attesa di verificare come sarà formulato il provvedimento di legge cui si fa cenno è sicuramente un passo decisivo in avanti rispetto alle richieste formulate nella piattaforma della mobilitazione unitaria, ai contenuti dell’intesa col Governo e a quanto ribadito in sede di confronto al tavolo tematico su reclutamento e precariato. Ora in tempi strettissimi attendiamo una nuova convocazione del tavolo per un esame approfondito e dettagliato di tutte le questioni che dovranno essere efficacemente tradotte nel testo da sottoporre all’esame delle Camere. È chiaro che poi la palla passa alle decisioni politiche e alle responsabilità da assumere coerentemente anche in sede parlamentare. Ci attendiamo che il buon lavoro fatto dalle organizzazioni sindacali trovi in tale sede il giusto riscontro, nell’interesse delle tantissime persone che da anni sono in condizione di precarietà e della scuola stessa, che ha bisogno di poter contare sulla stabilità del personale per un’efficace programmazione della didattica e un’ottimale gestione del sistema scolastico.

Roma, 24 maggio 2019

 

BUSSETTI: SÌ AI PAS PERCORSI ABILITANTI PER I

DOCENTI CON 3 ANNI. SELEZIONE IN USCITA

A seguito del confronto costruttivo aperto insieme al Presidente Giuseppe Conte a Palazzo Chigi - Presidenza del Consiglio dei Ministri lo scorso 24 aprile con le organizzazioni sindacali, abbiamo deciso di recepire nel primo veicolo normativo utile la proposta unitaria presentata dai sindacati, che troviamo concreta, di buon senso e in linea con il contratto di governo. Sì, quindi, a misure uniche e straordinarie per la stabilizzazione del precariato storico e sì a percorsi abilitanti aperti a tutti coloro che hanno acquisito adeguata esperienza, con selezione in uscita come nel 2013.

#dalleparoleaifatti

Elvira Serafini: “Bene il ministro Bussetti

sul precariato nella scuola”

Roma, 24 maggio 2019. Il Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, con un post sulla pagina Facebook personale apre alle richieste dei sindacati sullo scottante tema del precariato nella scuola.

“Apprendiamo con grande soddisfazione dell’apertura del Miur sulla questione del precariato –dichiara Elvira Serafini, Segretario Generale dello Snals-Confsal. E’ il primo segnale che il confronto in corso a viale Trastevere sta dando i suoi frutti. Si tratta di un punto di partenza per risolvere l’annoso problema della stabilizzazione dei docenti precari.”

Nel corso del confronto al MIUR, aperto in seguito all’intesa Governo/Sindacati del 24 aprile scorso, le OO.SS. hanno avanzato proposte unitarie sul precariato, che il Ministro Bussetti dichiara di voler recepire al più presto, accettando in particolare l’idea di “misure uniche e straordinarie” in favore del precariato storico e l’attivazione di percorsi abilitanti aperti al personale con “adeguata esperienza” prevedendo una selezione in uscita.

Ci siamo battuti con determinazione per questa soluzione in favore dei docenti precari con 36 mesi di servizio prestato -ha sottolineato Serafini- e continueremo a vigilare per verificare nella sostanza la formulazione del provvedimento legislativo.

Ora dobbiamo trovare risposte per le altre categorie di precari- ha proseguito Serafini- dai vincitori dei concorsi 2016 e 2018, al personale che ha svolto il percorso abilitante PAS e FIT, fino ai docenti di ruolo, i cosiddetti “ingabbiati”, per i quali è necessaria un’abilitazione riservata per svolgere il proprio lavoro in altre classi di concorso, ed agli assistenti amministrativi f.f. di Dsga, anche per loro chiediamo un concorso riservato senza prove preselettive”.

Dai processi di stabilizzazione -ha concluso Serafini- non trarranno beneficio solo gli operatori della scuola, ma l’istituzione scolastica stessa che necessita di personale stabile per una didattica all’altezza del suo ruolo sociale”.

 

PROROGA COMUNICAZIONE AL SIDI DOMANDE DI

MOBILITÀ E POSTI DISPONIBILI PERS. DOCENTE E

EDUCATIVO

Su espressa richiesta dello Snals, al fine di consentire la corretta ultimazione delle operazioni relative all’organico ed alla mobilità del personale docente, il Dirigente dell'Ufficio IV Personale docente ed educativo - Direzione Generale per il Personale Scolastico - del Miur, dott. Antimo Ponticiello, ha comunicato alle OO.SS. la proroga dal 25 maggio 2019 al 27 maggio 2019 del termine ultimo di comunicazione al SIDI delle domande di mobilità e dei posti disponibili. Lo Snals, pur apprezzando lo sforzo fatto dall'Amministrazione, ritiene che tale proroga sia del tutto insufficiente per le operazioni necessarie al recupero di tutti i posti che si libereranno per le vigenti disposizioni di legge per le operazioni di mobilità e di stabilizzazione.

 

 

Poste Italiane cerca portalettere in provincia

di Bergamo PER il periodo estivo.

 

In particolare, le zone della Bergamasca con maggiore necessità di personale sono Ponte San Pietro e Trescore Balneario.

I candidati selezionati saranno inseriti con contratti a tempo determinato a partire dal prossimo mese di giugno, in relazione alle specifiche esigenze aziendali sia in termini numerici che di durata. Le candidature, che potranno essere presentate fino al 3 giugno, sono aperte a diplomati con votazione minima di 70/100 e laureati (anche laurea triennale) con un punteggio di almeno 102/110. È inoltre necessario essere in possesso di patente di guida.

 

PUBBLICATA LA BANCA DATI DEI QUESITI PER LA

PROVA PRESELETTIVA DEL CONCORSO DSGA

 

Il MIUR ha pubblicato la banca dati di 4.000 quesiti per la prova preselettiva del concorso per il reclutamento di 2.004 Direttori dei Servizi Generali e Amministrativi per le Istituzioni scolastiche statali (D.d. 2015 del 20 dicembre 2018).

La prova preselettiva si svolgerà nei giorni 11, 12 e 13 giugno 2019 nelle sedi individuate dagli Uffici Scolastici Regionali; avrà una durata massima di 100 minuti e consisterà nella somministrazione di 100 quesiti a risposta multipla, riguardanti le discipline previste per le prove scritte.

Alla pagina

https://www.miur.gov.it/web/guest/-/scuola-pubblicata-la-banca-dati-dei-

quesiti-per-la-prova-preselettiva-del-concorso-dsga

è possibile scaricare i quesiti per la prova preselettiva

suddivisi per materie.

 

PENSIONATI

CONGUAGLIO PEREQUAZIONE PER 2019

 

Con il messaggio n. 1926 del 20 maggio u.s., inserito in area riservata, l'INPS ha comunicato le iniziative che verranno operate sul cedolino delle pensioni per il mese di Giugno 2019.

Relativamente al conguaglio di perequazione si riporta quanto segue:

La circolare n. 44/2019 ha illustrato la rivalutazione annuale delle pensioni per l’anno 2019, ai sensi dell’articolo 1, comma 260, della legge 30 dicembre 2018, n. 145.Le pensioni interessate sono state adeguate dalla mensilità di aprile 2019.Nel mese di giugno 2019 viene recuperata la differenza relativa al periodo gennaio - marzo 2019.

Sarà un conguaglio in un'unica rata sul prossimo cedolino, dove viene recuperata la differenza relativa ai tre mesi da gennaio a marzo 2019. Nella stessa circolare vengono esposte le modalità di riduzione dei trattamenti pensionistici di importo complessivamente superiore a 100.000 euro su base annua. Sul cedolino di pensione del mese di giugno verranno esposte in maniera analitica e con descrizione dedicata anche le voci relative alle trattenute sopra descritte.